Tenendo presente che il rischio amianto non è rappresentato dalla semplice presenza del materiale, ma dalle fibre che si disperdono nell’aria e che queste provengono principalmente dai materiali friabili e con un alto contenuto di amianto, solo valutando le singole e specifiche situazioni si possono trarre conclusioni sulla possibile presenza di un rischio per la salute.

I principali fattori che influenzano il rischio di esposizione generato dalla presenza di manufatti contenenti fibre di amianto sono i seguenti:

  • Friabilità della matrice in cui le fibre sono legate;
  • Tipologia di amianto e percentuale ponderale contenuta nel materiale;
  • Integrità del materiale;
  • Accessibilità;
  • Tipologie di intervento realizzate e da realizzare sui materiali che lo contengono.

Poiché l’amianto è un contaminante senza soglia ed ogni livello di esposizione ha la possibilità di contribuire a determinare effetti negativi sulla salute, l’azione di rimozione completa dei MCA, sia essa da interpretarsi nel breve periodo, oppure nel medio o lungo periodo, è l’unica azione valida e conclusiva.